Chi siamo

Chelli llà Gioele & Gloria

Ciao a tutti, siamo Gloria e Gioele, restauratori amanti dell’arte e appassionati viaggiatori a spasso per il mondo alla costante ricerca dell’arte.

Ci siamo conosciuti al Salone del Restauro di Ferrara il 24 marzo 2017 e da quel giorno, approfittando del fatto che abitiamo a 350 km di distanza, non abbiamo mai passato un intero weekend a casa.

Ma adesso ci presentiamo meglio…


Gloria Iotti Chelli llà

GLORIA IOTTI – restauratrice di tele e tavole e pittrice a tempo perso –

Ciao!! Sono nata a Scandiano, un piccolo paese in provincia di Reggio nell’Emilia e fin da quando ero all’asilo ho sempre scarabocchiato, disegnato e colorato ogni singolo pezzo di carta che mi passava davanti.

Quella passione infantile non mi ha mai abbandonata tanto da intraprendere la scuola di restauro per poter stare a stretto contatto con il mondo dell’arte e addirittura poterla “curare”.

Ancora oggi, nonostante il poco tempo a disposizione che ho tra un restauro e l’altro, mi capita di riprendere in mano colori, tele e pennelli.

L’arte è sempre stato il mio punto focale, il punto in cui tutti i miei sforzi si dovevano concentrare, assieme ad un’altra grande passione, il viaggio.

Dall’esperienza fatta in Giappone con una mia amica qualche anno fa, il mio primo vero viaggio con la “V” maiuscola, la mia testa è sempre in giro per il mondo ad immaginare il momento in cui calpesterò le terre e conoscerò l’arte e la cultura di quei tantissimi posti che sogno di vedere ma che ancora non ho avuto la possibilità di “toccare” con mano.

I miei viaggi alla scoperta dei luoghi d’arte fatti fino ad ora non sono “mille” e nella maggior parte dei casi, non sono viaggi oltreoceano ma, non mi preoccupo perché  “chi va piano va sano e lontano” e credo che l’importante sia imparare a conoscere ogni sfaccettatura di ciò che più mi interessa, apprendendo tutto ciò che posso dai libri e dalla pratica.

Il restauro rappresenta la via per comprendere le opere d’arte e gli artisti, grazie alle nozioni apprese durante gli anni di studio e alle collaborazioni con i professionisti del settore, ho imparato tantissimo su ciò che gravita attorno all’arte e a ciò che si cela dietro all’immagine che tutti possiamo ammirare.

Per quanto riguarda la mia storia personale posso dire di aver ammirato gran parte delle meraviglie che abbiamo qui in Italia; di aver girato Parigi in lungo e in largo e visto la maggior parte dei suoi straordinario musei. Ho camminato per i palazzi di Monaco e mi sono lasciata stupire dalla cultura e dall’arte di un paese molto lontano e diverso dal nostro, il Giappone.

E molto altro…

Con Gioele ho camminato per le vie di Roma scoprendo con lui angoli nuovi e per quelle dei borghi nelle campagne toscane. Con lui ho visto per la prima volta le decorazioni dei palazzi del Marocco e scoperto l’arte della sua terra, le Marche. Con lui mi sono persa nel Labirinto della Masone a Parma; ho ammirato i giocolieri a Fontanellato, ho ascoltato la canzone Chella llà durante tutti i 10 giorni passati in Calabria, anche durante la visita al museo all’aperto a Cosenza e ammirato tutta la Metro Art di Napoli e tanto altro ancora…

L’idea del blog è saltata fuori all’improvviso, mi sono resa conto di voler condividere le mie conoscenze e ciò che più amo con voi, e in questi ultimi mesi ho assillato talmente tanto Gioele per aprirne uno nostro che…beh, eccoci qua!


Gioele Tomassetti Chelli llà

GIOELE TOMASSETTI – restauratore di arredi lignei, tele, tavole e pittore a tempo perso –

Ciao a te che leggi! Anche io come Gloria sono nato in una piccola provincia, ma non a Scandiano bensì in quel di Fermo, nelle Marche; vivo a Grottazzolina ovvero una manciata di mattoni della provincia citata poco fa.

Ho iniziato il mio percorso artistico infantile seguendo una sorta d’ispirazione “cubista”, vale a dire che i miei personaggi erano degli omini lego, per fortuna nel corso degli anni sono migliorato. Il mio idolo a quanto ricordo è sempre stato Alberto Angela e proprio sognando di diventare l’Indiana Jones di Rai tre ho intrapreso il percorso di studi che mi ha portato a diventare un restauratore dei Beni Culturali.

Dopo questo preambolo puoi ben comprendere che i miei viaggi sono stati sempre o quasi mossi dalla curiosità artistica, sceglievo le mete in funzione delle mostre, dei musei e soprattutto di ciò che riusciva a cogliere la mia attenzione. Amo in particolare scoprire luoghi nuovi, poco frequentati dalle masse, perseguendo la convinzione che il viaggio debba essere prima di tutto uno stato d’animo, un percorso introspettivo e per questo non dev’essere una vacanza in un luogo che mi piace ma una meditazione spirituale, fisica e un dialogo fra me e la cultura del luogo.

Quando quel 24 Marzo del 2017 ho incontrato Gloria per la prima volta (divertente episodio da raccontare in un articolo magari) ho capito che la persona con cui passare la vita sarebbe stata anche quella con cui condividere le mie passioni per tutta la vita.

Tutto quello che conosco riguardo il mondo dell’arte, lo devo agli anni di studio e alle visite nei luoghi dell’arte stessa. Proprio grazie alla mia passione per il restauro, ho appreso moltissime informazioni e curiosità tecniche sconosciute alla maggior parte delle persone. Proprio per questo insieme a Gloria abbiamo deciso di voler condividere tutto ciò che sappiamo con voi, che siate appassionati d’arte o solamente curiosi, che ne sappiate o meno, non importa, cercheremo di rendere il tutto molto leggero e comprensibile.

Se ci sentirete discutere fra di noi riguardo le tecniche del restauro, non preoccupatevi, fa parte del gioco! Nel restauro non esiste mai una sola via operativa, e i restauratori discutono sempre e qualche volta si beccano…

Riguardo i viaggi alla scoperta delle culture e delle arti, elencati dalla mia dolce metà voglio soltanto dire che arte è stata anche l’alba al mare che abbiamo visto insieme, che la canzone Chella llà è un capolavoro della quale ormai non possiamo più fare a meno durante le nostre peregrinazioni e che anche la pizza di Napoli, oltre alle sue opere, è arte allo stato puro.

L’idea del blog è nata per caso parlando con Gloria ma vorrei precisare che non mi ha assillato e che per l’apertura del nostro spazio non è stato maltrattato alcun Gioele.